top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreCostanza Ciminelli

Franco Pezzini, per Carmilla, su Tom Hofland


Romanzo grottesco, surreale, cinematografico e divertentissimo, così lo presenta il suo editore Carbonio, Il Cannibale è anzitutto una denuncia della dittatura del profitto e della spietata disumanizzazione della contemporanea cultura del lavoro.

Pezzini pone in risalto, in particolare, questo aspetto, riconoscendo al contempo "il piglio letterario e la divertita fantasia" di Tom Hofland, acclamato in patria come grande talento letterario.


Per le pagine critiche della rivista online dedicata a Letteratura, immaginario e cultura d'opposizione, Pezzini sviluppa un'analisi comparata, rilevando nel testo sfumature diverse del mistery, orchestrate con sapienza dall'autore: l'arcano e il faustiano, il bizzarro e il gotico, il sinistro e il paradossale, richiamando come in un pastiche figure storiche e letterarie, dall'inquisitore all'infero cane nero.


Terza opera dell'autore e podcaster olandese, è la prima a essere tradotta in Italia grazie a #Carbonio, la casa editrice che più tra tutte oggi esprime grande sensibilità nella scelta di testi preziosi, sia per la qualità letteraria, sia per la capacità di problematizzare il contemporaneo nei suoi gangli vitali.

Traduzione a cura di Laura Pignatti.



Ulteriori informazioni:

Carbonio Editore:


Ulteriore rassegna:




0 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page