top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreCostanza Ciminelli

Alberto Anile, per Robinson, su Tom Hofland


Il titolo colpisce nel segno - Il diavolo è un tagliatore di teste -, ma anche la recensione, che del terzo romanzo del prolifico e versatile scrittore olandese propone sia il plot, sia una lettura critica e comparata.

Interessante la relazione con due mostri sacri della narrativa contemporanea: "semplificando, Il cannibale sembra una storia di Daniel Pennac riscritta da Stephen King, dove il sapido umorismo del primo cede poco a poco all’orrore metaforico del secondo. Se un connubio tanto azzardato funziona, è grazie all’abilità artigianale

dello scrittore, che cesella le descrizioni di dettagli realistici, con un gusto del particolare che fa tornare in mente David Foster Wallace, e un’analoga inclinazione per l’assurdo tanto più efficace in quanto apparentemente gratuita."

Tradotto da Laura Pignatti per #Carbonio, l'editore che con le collane Origine, Cielo Stellato, Zolle e Particelle, propone racconti, distopie, analisi e cronache di grande levatura e dal respiro universale.


Recensione qui:


Robinson.-la-Repubblica.-T.-Hofland.-Il-cannibale.Carbonio-Editore
.pdf
Scarica PDF • 615KB


Ulteriori informazioni:

Carbonio Editore:


Ulteriore rassegna:





1 visualizzazione0 commenti

Comentarios


bottom of page