top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreCostanza Ciminelli

Guido Caldiron, per Il Manifesto, su Nina Wähä

Aggiornamento: 26 dic 2023

Intervista alla scrittrice, sceneggiatrice e attrice svedese Nina Wähä che indaga nel suo terzo romanzo Il Testamento il lato in ombra della società scandinava, a partire dalle vicende di una famiglia di contadini, in una valle del fiume Torne, al confine settentrionale tra Finlandia e Svezia.

La durezza della vita, il peso delle ferite e dei segreti inconfessabili, la rigidità di un ambiente inospitale e isolato sono alla radice di un mondo cupo, inquietante, per molti versi inedito.

In questa densa intervista, l'autrice si esprime in merito all'ambientazione storica, gli anni ’80, e alla società patriarcale allora dominante, nella quale è invalicabile il confine tra uomini e donne, tra ruoli e possibilità.

Con una lingua chiara che restituisce le forti emozioni e gli eloquenti silenzi dei protagonisti, la scrittrice racconta i segreti, talvolta fatali, intrecciati ai legami familiari e il doloroso orizzonte di una liberazione necessaria.


Edizione 2023 a cura di #Carbonio, per la Collana #Cielostellato, dedicata alla fiction e alla non-fiction dal respiro universale, alle voci fuori dal coro capaci di illuminare e cambiare il nostro sguardo sulle cose.


Incipit del testo qui: https://bit.ly/48xkK96

Recensione integrale qui:


il-manifesto.Nina Waha_Il testamento_Carbonio
.pdf
Scarica PDF • 1.57MB
















0 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page